Storie – Appassionati di cosmo e viaggi nello spazio: anche così si fa cultura

CSV Insubria INTERVISTA il Presidente ADAA Aps

Dalla divulgazione scientifica in ambito astronomico e astronautico al lancio di un satellite: così una associazione con base a Ferno prova a passare dalla teoria ai fatti…  

Una associazione culturale vi fa venire in mente solo teatro, musica e promozione dell’arte? Ebbene c’è da rivedere qualcosa perché anche la cultura scientifica ha i suoi paladini e – in qualche caso – si può trattare nientemeno che di appassionati del cosmo, che ci invitano ad alzare lo sguardo. Stiamo parlando di ADAA  Aps (Associazione per la Divulgazione Astronomica e Astronautica), realtà nata cinque anni fa nel Varesotto dall’incontro di appassionati ed esperti assolutamente determinati a passare dalla teoria ai fatti e lanciare un satellite nello spazio.

Tutto comincia nel 2016 quando un gruppo di appassionati ed esperti si aggrega attorno alla comune passione per missioni spaziali e studio ed osservazione del cosmo, ovvero di tutto quello che riguarda astronomia e astronautica. Luigi Pizzimenti – giornalista, divulgatore scientifico e direttore della rivista Spazio Magazine –  fondatore e attuale presidente di questa associazione di promozione sociale. Obiettivo principale? Divulgare la conoscenza dello spazio e delle missioni spaziali facendo crescere interesse e passione grazie a convegni, seminari e incontri che hanno coinvolto scuole di ogni ordine e grado, realtà come il carcere minorile e persone comuni. «Abbiamo aperto così collaborazioni con le Università – spiega Pizzimenti – e ci siamo messi a disposizione anche di studenti per la realizzazione delle loro tesi».  Nel 2018 ADAA ha organizzato la prima edizione della nuova Fiera Nazionale dell’Astronomia all’interno dei padiglioni espositivi fieristici di Bologna, proponendo a migliaia di curiosi il suo Planetario Digitale, come strumento per scoprire le bellezze dell’universo.  Inoltre, per tre anni, grazie a un prestito fatto dalla NASA, Pizzimenti ha portato in giro per l’Italia una roccia arrivata direttamente dalla luna, con conferenza stampa di presentazione tenutasi a Roma presso la Camera dei Deputati.

Molti aspetti in questa storia hanno a che fare con cielo e spazio: la sede – concessa in comodato d’uso dal Comune – si trova a Ferno, in una delle abitazioni teatro della delocalizzazione conseguente all’ampliamento dello scalo di Malpensa e siamo nella provincia di Varese, territorio dove si concentra il 96% dell’industria aerospaziale lombarda. «In realtà – spiega Pizzimenti – la dimensione locale è solo apparente: abbiamo soci un po’ ovunque, in Italia come all’estero e siamo molto legati alle istituzioni come l’Agenzia Spaziale Italiana e l’ESA, l’Agenzia Spaziale Europea che ci aprono le loro porte, come ad esempio è accaduto nel 2017 quando abbiamo avuto l’opportunità di assistere al lancio della terza missione sulla stazione spaziale di Paolo Nespoli, dal cosmodromo di Bajkonur in Kazakistan». E poi ancora, grazie a una donazione da parte dell’INAF, i sei mila volumi dell’archivio cartaceo dell’Istituto di Radioastronomia di Bologna hanno trovato “casa” proprio nella sede di Ferno e con un accordo con l’Assessorato alla Cultura del Comune sono entrati a far parte del circuito bibliotecario e oggi a disposizione degli studenti.

Il futuro di ADAA si chiama AlSat#1, satellite della classe Cubesat. Un capriccio da appassionati? Decisamente, no. Dal punto di vista scientifico l’obiettivo – semplificando – è quello di testare un particolare sensore di radiazioni, grazie alla collaborazione con il Politecnico di Milano e l’Università svizzera Supsi.  Dal punto di vista divulgativo sarà lanciato un contest nelle scuole italiane fornendo un kit e la rete radio amatoriale per connettersi con il satellite. «Il messaggio per i più giovani – dice Pizzimenti – è quello di far alzare loro la testa e di far comprendere che il futuro di tutti noi, per tantissimi aspetti della nostra vita, è legato ai satelliti».  

A cura di  Paola Provenzano – Ufficio Comunicazione

Spazio Magazine News!

A cura della Redazione di SPAZIO MAGAZINE

Aggiornamenti da Marte!

Questa settimana abbiamo ricevuto le prime immagini e il video del rover cinese su Marte, ora si prepara a iniziare la sua ricerca scientifica che entusiasma tutti i geologi: ci sono così tante caratteristiche interessanti intorno alla sua posizione di atterraggio, tra cui antichi vulcani di fango, crateri da impatto, ghiaccio sotto la superficie, e dune di sabbia.

Il rover cinese Zhurong. Credito: CNSA

Non lontano dalla sua posizione, il rover Perseverance della NASA ha iniziato i suoi esperimenti scientifici questa settimana usando il suo braccio robotico per studiare il fondo dell’antico cratere che un tempo ospitava un lago. L’obiettivo è quello di creare una linea temporale di quando il lago si è formato, quando si è asciugato, e quindi datare le rocce che potrebbero conservare un memorie  di antichi microbi. E questo sta accadendo mentre l’elicottero Ingenuity sta pianificando il suo sesto volo che avrà luogo molto presto e continuerà ad esplorare l’area vicina.

Giù in una regione marziana meridionale, il rover Curiosity ha fornito dati preziosi agli scienziati che studiano il sale locale come un pezzo chiave del puzzle organico marziano. La scoperta chiave qui è che un team della NASA ha scoperto che i sali organici sono probabilmente presenti su Marte: “come frammenti di ceramica antica, questi sali sono i resti chimici di composti organici”.

Lancio di ULA

United Launch Alliance ha lanciato con successo la missione SBIRS GEO Flight 5 all’inizio di questa settimana con il suo impressionante razzo Atlas V (vedi la foto della settimana qui sotto). È importante riconoscere il suo impressionante record: ULA ha lanciato 144 volte con il 100% di successi.  

Firefly e SpaceX insieme sulla luna!

Firefly ha annunciato che sceglierà SpaceX come vettore per lanciare il suo lander lunare a bordo di un razzo Falcon 9 nel 2023. Con questo contratto, SpaceX lancerebbe cinque delle sei missioni CLPS assegnate dalla NASA fino ad oggi. È molto interessante come SpaceX stia monopolizzando questo programma commerciale grazie ai suoi prezzi bassi, alla disponibilità e all’affidabilità. 

Turismo spaziale, un passo avanti

Ieri, Virgin Galactic ha fatto volare con successo il suo aereo spaziale VSS Unity in un test dopo due anni di sviluppo. Raggiungendo 90 km di altitudine (vicino alla linea di Karman, che definisce dove inizia lo “spazio” – a 100 km). Questo è stato il primo di tre voli di prova che sono necessari per iniziare le operazioni commerciali. Il proprietario, Sir Richard Brandson volerà sul terzo volo di prova, date ancora da definire. 

Credito: Virgin Galactic

ESA

Questa settimana abbiamo tre aggiornamenti molto interessanti dall’Agenzia Spaziale Europea.  Per non rimanere indietro rispetto agli altri grandi attori, l’Europa continua a fare progressi con la costellazione di satelliti LEO. Anche per non diventare obsoleto, il gruppo Ariane sta sviluppando il suo primo motore riutilizzabile e uno stadio superiore leggero. 

Il motore riutilizzabile a basso costo Prometheus di Ariane Group

E infine, L’ESA ha assegnato alla startup Space Applications un contratto per iniziare a generare ossigeno dal suolo lunare nel 2025. 

 

 

La corsa allo spazio indiana

Questa stessa settimana due startup aerospaziali indiane (Skyroot e Agnikul) hanno entrambe raccolto 11 milioni di dollari di finanziamenti ciascuna: Skyroot userà il denaro per sviluppare il suo razzo a propellente solido Vikram I, mentre Agnikul continuerà a sviluppare il razzo Agnibaan con il suo motore a combustibile liquido stampato in 3D.

L’immagine della settimana è stata condivisa su Twitter dal fotografo John Kraus e mostra il razzo ULA Atlas V durante la missione SBIRS GEO-5.

Prossimi lanci ed eventi:

Mercoledì 26 maggio: Falcon 9 | Starlink-28                                                    Giovedì 27 maggio: Soyuz | Missione OneWeb 7                                         Sabato 29 maggio: Lunga Marcia 7 | missione di rifornimento Tianzhou 2 Domenica 30 maggio: Lunga Marcia 3B | satellite meteorologico geostazionario Fengyun 4B

Le nuove sfide nello spazio

In questo momento storico stiamo vivendo una vera e propria corsa allo spazio con nuovi grandi attori sulla scena mondiale come l’agenzia spaziale cinese. Il settore che, per lungo tempo ha goduto prevalentemente di sostegni istituzionali, da qualche anno sta assistendo ad un ambizioso intervento di investitori privati. Si tratta di una vera e propria rivoluzione culturale ed economica, è la New Space Economy.

Nell’evento di venerdì 14 maggio, parleremo dunque del presente ma soprattutto del futuro dell’esplorazione spaziale, attraverso i piani per le prossime missioni delle agenzie spaziali e i progetti dei privati che stanno attirando sempre più l’interesse di investitori e appassionati.Quando e come torneremo sulla Luna? E a che punto è la grande sfida per raggiungere Marte? Insieme tenteremo di rispondere a queste domande senza dimenticare che il 2021 sarà anche l’anno del turismo spaziale, con le opportunità offerte di Virgin Galactic e Blue Origin. Link conferenza

 Il Martino.it “Una serata sul futuro delle missioni nello Spazio”

Spazio Magazine News!

A cura della Redazione di SPAZIO MAGAZINE

Cari amanti dello spazio, un’altra settimana piena di meraviglie spaziali. Siete pronti? 5,4,3,2,1…lift-off!

I cinesi sono su Marte!

Il 15 maggio, la Cina ha fatto atterrare su Marte il suo rover Zhurong. Congratulazioni, Cina! Questa è stata sicuramente la parte più difficile della missione su Marte e l’operazione più impegnativa nello spazio profondo per l’agenzia spaziale cinese (CNSA). Il luogo di atterraggio è stato Utopia Planitia. La prossima settimana, il rover scenderà dal lander e inizierà la sua missione scientifica di 100 giorni per esplorare l’ambiente marziano.

Il rover cinese. Credito: CNSA.

Nel frattempo, Perseverance è stato molto occupato a svolgere indagini geologiche marziane e sulla Terra, il rover europeo Rosalind Franklin continua a fare progressi per unirsi alla famiglia marziana il prossimo anno.

Missione fallita di Rocket Lab

Il 15 maggio, Rocket Lab ha fallito la sua missione (la seconda quest’anno). Sembra che per ragioni non rivelate il secondo stadio si sia spento pochi secondi dopo l’accensione causando la fine della missione. Trasportava due satelliti commerciali. Speriamo che il team impari da questa esperienza e la usi come un modo per continuare a migliorare e crescere.

Trovata acqua su un Meteorite

Gli scienziati, per la prima volta, hanno scoperto acqua liquida su un meteorite. I ricercatori l’hanno trovata in un meteorite caduto sulla Terra nel 2012 e questo apre tante domande. L’acqua è l’origine della vita: è nata sulla Terra o è arrivata dallo spazio? Tante domande ancora senza risposta. Una scoperta eccitante di sicuro.

SpaceX va in orbita con Starship

Dopo l’ennesimo successo della missione Falcon 9 Starlink, SpaceX ha delineato i suoi piani per il suo primo volo orbitale in una finestra temporale di 6 mesi che potrebbe iniziare già il prossimo 20 giugno. Si tratta di una dimostrazione orbitale sperimentale e un test di recupero del veicolo Starship. Sia il booster SuperHeavy che la Starship sono pianificati per atterrare sull’oceano per motivi di sicurezza, ma perché questo piano diventi realtà e perché possano lanciare non solo hanno bisogno di avere il razzo pronto, ma anche di un’approvazione della licenza FAA che non è ancora stata concessa.

Programma spaziale indiano

Jayakumar Venkatesan, CEO di Valles Marineris, CEO di Cygnus Aerospace e CTO di Synergy Moon ha recentemente rilasciato una intervista dichiarando: “Le principali sfide attuali sono lo sviluppo del primo programma di volo spaziale umano dell’India, lo sviluppo di veicoli spaziali a misura d’uomo e i test. L’India sta anche progettando missioni di esplorazione della luna. ISRO sta anche progettando una missione su Venere e Marte nel prossimo futuro. In India, la partnership pubblico-privato è abbastanza difficile nel settore spaziale, speriamo che questo migliori nel prossimo futuro: possiamo già vedere un enorme attraverso la NASA, l’ESA, il CNSA, e altri. Attualmente stiamo lavorando ai simulatori di addestramento della navicella Soyuz per l’addestramento dei cosmonauti e le missioni di atterraggio lunare, preparando gli astronauti a volare e vivere sulla luna nelle missioni previste per il prossimo decennio”.

Credito: Vallis Marineris

Turismo spaziale

L’agenzia spaziale russa ha annunciato questa settimana che il prossimo 8 dicembre 2021, due turisti giapponesi voleranno sulla Stazione Spaziale Internazionale per un’esperienza di 12 giorni, e sempre quest’anno, un film chiamato “Challenge” sarà girato a bordo della ISS. La spedizione di astronauti-attori che volerà il prossimo 5 ottobre, ha superato con successo i controlli medici e si sta preparando a volare.

L’immagine della settimana è mozzafiato: il nostro pianeta visto dalla ISS con una splendida vista di una navicella Soyuz. Credito: NASA e ISS

Prossimi lanci ed eventi

Lunedì 17 maggio – ULA Atlas 5 – SBIRS GEO Flight 5

Mercoledì 19 maggio – CNSA Long March 4B | Haiyang 2D

Giovedì 20 maggio – CNSA Long March 7, Tianzhou 2. Prima missione di rifornimento alla stazione spaziale cinese

Spazio Magazine News!

A cura della Redazione di SPAZIO MAGAZINE

Marte

L’elicottero marziano Ingenuity ha completato con successo il suo quinto volo! Questa volta si è trattato di un viaggio di sola andata progettato per iniziare a studiare come può aiutare il rover in attività come lo scouting, facendo osservazioni aeree di aree non accessibili dal rover, o scattando foto dettagliate da altitudini atmosferiche. Le lezioni apprese da queste attività saranno molto utili per la futura esplorazione aerea di Marte e di altri mondi. Il suo quarto volo è stato catturato in video, E AUDIO per la prima volta, dal rover Perseverance  guarda qui.

Gli Emirati Arabi Uniti, che hanno recentemente annunciato la prima donna astronauta araba, hanno confermato che la sonda “Mars Hope” è pienamente operativa ed è già in “modalità scientifica” da più di due settimane.

La Cina fa innervosire tutti

Dopo aver messo in orbita con successo il modulo centrale della stazione spaziale, la prima missione cargo senza equipaggio Tianzhou-2 è pronta per essere lanciata questo mese (il 20 maggio) con propellente e carico supplementare per la stazione. Tutti sono stati molto nervosi per il modo potenzialmente mortale con cui i cinesi hanno gestito il rientro incontrollato dei loro razzi sulla Terra. È finito nell’Oceano, ma questo modo di gestire i detriti spaziali è tutt’altro che ottimale… Vediamo se c’è abbastanza pressione internazionale su di loro per cambiare le loro operazioni.

La settimana di SpaceX

SpaceX ha fatto il suo primo atterraggio con l’astronave questa settimana. È uno spettacolo che vale la pena di guardare di sicuro! Segna una pietra miliare molto emozionante per il programma e porta un meritato sollievo a tutti coloro che seguono l’azienda dopo diversi precedenti test “falliti”. Se non avete ancora avuto la possibilità di vederlo in azione, il video qui. Inoltre, Elon Musk ha twittato che SpaceX potrebbe ri-volare l’astronave SN15 dopo questo storico atterraggio, quindi dovremmo essere pronti per altri emozionanti test molto presto.

Tutto questo sta accadendo nonostante la politica intorno al programma lunare di SpaceX. La NASA ha detto a SpaceX di fermare lo sviluppo di Artemis HLS dopo le proteste dei suoi rivali, quindi quel programma è fermo per ora… ma questo non significa che SpaceX debba fermare lo sviluppo di Starship: ed è quello che stanno facendo.

Questa settimana ci sono stati altri due lanci di satelliti da parte di SpaceX. In primo luogo, hanno completato con successo il 25° lancio operativo del satellite Starlink, hanno fatto atterrare perfettamente il booster e hanno rivelato che il servizio internet satellitare ha già ricevuto più di mezzo milione di preordini.

E poi, una pietra miliare della riutilizzabilità: hanno fatto volare un booster Falcon per una 10° volta RECORD oggi, solo 56 giorni dopo il suo volo precedente. Questo booster ha già volato dieci volte!!!! Passare da “i razzi non possono essere riutilizzati” a “questo razzo ha già volato dieci volte” nel giro di pochi anni è strabiliante.

I Concorrenti

E i loro concorrenti? Che progressi stanno facendo? Stanno rimanendo indietro, ma sembra che luglio sia il loro mese:

Blue Origin ha in programma di far volare il suo primo astronauta il 20 luglio e Boeing ha programmato un secondo volo di prova senza equipaggio della navicella commerciale Starliner per il 30 luglio dopo diversi ritardi. Volerà e si aggancerà alla ISS, e secondo Boeing, non sarà prima perché è troppo occupato lassù! XD – Con tutte le navicelle attualmente attaccate alla stazione, non ci sono “parcheggi” liberi per loro fino a luglio.

Il Dream Chaser di Sierra Nevada, un altro concetto molto interessante per i viaggi spaziali commerciali, è autorizzato per l’atterraggio sulla pista della Florida più tardi nel 2022.

A proposito di spazio commerciale: mentre l’industria spaziale commerciale continua a fare progressi, la NASA ha rilasciato un nuovo listino prezzi per le missioni di astronauti privati che visitano la ISS, aumentando notevolmente il biglietto medio per tenere conto di tutte le spese che comporterebbe per l’agenzia. Questo avrà sicuramente un impatto sui voli commerciali, ma ha un senso totale per le missioni che non sono scientifiche o strategiche.

OSIRIS-REx sta tornando

Dopo due anni di studio dell’asteroide Bennu, di raccolta di campioni e di orbita che ha fatto la storia (l’orbita più vicina di un corpo planetario da parte di un veicolo spaziale e anche il fatto che Bennu è il più piccolo oggetto celeste mai orbitato da un veicolo spaziale costruito dall’uomo), OSIRIS-REx sta iniziando il suo viaggio di ritorno a casa, portando indietro il più grande campione raccolto da una missione NASA da quando gli astronauti dell’Apollo tornarono con rocce lunari.

Immagine del mese

L’immagine del mese viene da Venere. La Parker Solar Probe della NASA lo ha visitato recentemente (nel luglio 2020) e ha rilevato un segnale radio naturale proveniente dalla sua atmosfera, aiutandoci a capirlo meglio. Credito: NASA/Johns Hopkins APL/Naval Research Laboratory/Guillermo Stenborg and Brendan Gallagher