ASCEPLIOS II

ADAA, prosegue  nella sua opera di divulgazione della cultura astronomica e astronautica rivolta agli studenti, con la prestigiosa  collaborazione al progetto Asclepios. 

Asclepios è un’associazione per studenti delle università di tutto il mondo e di tutti i campi: dalla fisica alla medicina, dall’ingegneria al business. Asclepios sviluppa missioni spaziali analogiche partendo da zero. Questo include la progettazione e la costruzione di una base per gli astronauti analogici, la loro formazione e lo sviluppo di esperimenti scientifici da condurre durante la missione. Asclepios aiuta a formare la prossima generazione di attori spaziali ed è anche una piattaforma per la ricerca scientifica dell’università.

Obiettivi
Le missioni Asclepios sono missioni analogiche umane, che possono essere svolte da studenti con l’obiettivo di formarli per le loro future imprese spaziali come astronauti, ingegneri spaziali o membri del Centro di Controllo Missione.

L’istruzione
L’obiettivo principale delle missioni spaziali analogiche è l’istruzione, che viene svolta dal team di Asclepios in termini di workshop e formazione sulle missioni analogiche e dai centri e laboratori dell’EPFL nell’ambito di progetti semestrali per formare la prossima generazione di astronauti.

Scienza
Inoltre, la piattaforma di missioni spaziali analogiche consente a numerosi laboratori in tutto il mondo di testare prototipi e sviluppare esperimenti utili per l’esplorazione della Luna o di Marte, rendendo la ricerca scientifica il secondo obiettivo di Asclepios.

 

Il 15 giugno scorso si è tenuto l’evento di presentazione della missione Asceplios II, l’ultima tappa fondamentale prima del lancio della seconda missione, Asclepios II, si svolgerà all’interno del San Gottardo nel luglio 2022.

 

FLG; Grimsel; Felslabor; LASMO; BLL; Stollen

 

Descrizione della missione

Asclepios II, la seconda missione analogica, si svolgerà nell’ambiente simulato del Polo Sud lunare. Un equipaggio di sei astronauti analogici internazionali sarà posto in isolamento  ed  eseguirà esperimenti ed EVA per esplorare e alla ricerca dell’acqua. La missione si svolgerà a Sasso San Gottardo, una fortezza svizzera della Seconda Guerra Mondiale nel comune di Airolo. 

L’airlock della base all’interno del San Gottardo. Credito: Asceplios

 

La speciale sala espositiva “Sasso San Gottardo” si trova nelle gigantesche caverne dell’ex postazione del Gottardo all’interno della montagna. La fortificazione del Passo del Gottardo è stata una delle più grandi sedi della resistenza clandestina in Svizzera e ha continuato a funzionare come ufficio militare top secret fino al 2001.

Dott.ssa Sara Maestroni (Socia ADAA)

“Al di là della mia formazione in Scienze Biologiche prima e in Psicologia, con specializzazione in Psicoterapia dell’età evolutiva poi, quello che mi appassiona è la curiosità per l’Essere Umano e per tutto ciò che può fare e creare. Credo sia questo che mi ha portato in ADAA coinvolta in questo progetto, tutto sommato lontano da ciò di cui mi occupo quotidianamente, che sono i pazienti e ciò che portano in seduta. Oltre a ciò, sono appassionata panificatrice, con un tocco di scientificità” Trovate altre info su www.saramaestroni.it

 

Seguiranno aggiornamenti!

Aggiornamento:

Martedì 12 luglio 2022

Siamo entrati all’interno della montagna che ospiterà la missione Asceplios II e abbiamo incontrato il team durante i preparativi della missione.  L’equipaggio composto da 9 studenti, eseguirà una missione spaziale analogica in tutte le sue componenti: addestramento e preparazione approfondita; manutenzione ed esecuzione di riparazioni della loro base, se necessario; conduzione di esperimenti scientifici e comunicazione con il team di terra dell’MCC, come farebbe un normale equipaggio di astronauti. Gli astronauti sono stati selezionati tra gli studenti di tutto il mondo, il cui livello di studi va dalla laurea al dottorato.

ADAA seguirà la missione anche come Media partner, gli aggiornamenti saranno pubblicati sulla rivista Spazio Magazine. 

Di seguito alcune immagini dell’evento:

Alessandro Barazzetti e Luigi Pizzimenti all’ingresso della galleria scavata nella montagna.

 

La lunga galleria che porta al centro di controllo missione.

 

Il tavolo di lavoro da dove si collegheranno gli astronauti analoghi.

 

Il “portello” che chiuderà gli astronauti nella “capsula spaziale”.

 

I WC nautici.

 

L’aerea principale dove si svolgeranno diverse attività.

 

Il tavolo per gli esperimenti botanici.

 

Due “astronauti” si preparano per la simulazione.

 

Mission Control Room, da dove gli astronauti saranno monitorati 24 su 24.

 

La dott.ssa Zaria Serfontein, una delle astronaute analoghe selezionate per la missione Asceplios II.