Spazio Magazine News

Stazioni di servizio nello spazio

Orbit Fab, la società che offre servizi di rifornimento nello spazio, ha firmato un contratto con Astroscale per rifornire i suoi satelliti di estensione della vita in orbita. Con questo servizio di rifornimento orbitale i satelliti di Astroscale saranno in grado di aiutare molti altri satelliti a prolungare le loro missioni  o de-orbitarli (per eliminare i detriti spaziali). Questo è estremamente interessante per la sempre crescente economia orbitale, in quanto cambia definitivamente il modo in cui le missioni sono pianificate: niente più carburante? Fermati e fai rifornimento per continuare la tua missione!

Successo di Virgin Orbit

Virgin Orbit ha lanciato con successo il razzo LauncherOne, portando 11 satelliti su un’orbita di 500 chilometri. Ricorda che questo razzo è stato lanciato da un aereo Boing747 (chiamato Cosmic Girl). Oltre ad essere una pietra miliare per l’azienda, che è recentemente diventata pubblica, trasportava diversi esperimenti interessanti e dimostrazioni tecnologiche come i propulsori ad acqua per la propulsione dei satelliti nello spazio e un nuovo sistema per aiutare i cubesat ad attraccare magneticamente con altri.

 

Missione di rideshare di SpaceX

SpaceX ha lanciato una missione rideshare con più di 100 diversi satelliti di organizzazioni grandi e piccole, tra cui multinazionali, startup, università. Tutti i tipi di idee innovative che portano il progresso a tutti noi e arrivano nello spazio in un unico lancio. Questo è uno dei maggiori impatti che SpaceX sta avendo nell’industria: abbassando moltissimo i costi di lancio sta veramente aprendo sempre più opportunità per inviare esperimenti nello spazio in modo economico.

Vedi AlSat#1 di ADAA. Sarà il primo satellite scientifico/didattico completamente progettato, costruito e lanciato da una Associazione.  Se siete interessati al nostro progetto o volete lanciare un Cubesat nell spazio, contattateci!cs2

Per le attività legate alla missione AlSat#1 scrivere a: 
Resp. AlSat#1 
Ing.  Alessandro Barazzetti   segretario@adaa.it – alsat@adaa.it

Aggiornamenti lunari: acqua!

Per la prima volta nella storia il lander lunare cinese Chang’e 5 è stato in grado di rilevare in tempo reale l’acqua sulla luna. Questo non è stato possibile fino ad ora, ma un team di ingegneri è stato in grado di “filtrare il rumore” provocato dal calore del sole che impediva ai sensori di leggere le informazioni da sotto la navicella. Infine, potrebbero identificare la firma dell’acqua, che finora potrebbe essere misurata solo dall’orbita lunare o nei laboratori sulla terra. Questo è un passo molto importante nel mondo dell’ISRU (In Situ Resource Utilization).

Foto della settimana

 

 

 

 

 

Oggi condividiamo una foto di Marte scattata da ExoMars-TGO diversi mesi fa. Se guardate il lato sinistro della foto vedrete una figura rara: un doppio cratere, provocato da un doppio impatto di meteoriti. Intorno ai crateri si può anche vedere il materiale espulso dal massiccio impatto. 


Lanci della settimana

Domenica 16 gennaio – Lunga Marcia 4C
Martedì 18 gennaio – Starlink Group 4-6 | Falcon 9 Block 5
Venerdì 21 gennaio – USSF-8 | Atlas V 511

 

Spazio Magazine News

9 gennaio 2022

Aggiornamenti Webb 
Il parasole e gli specchi del telescopio spaziale sono ora completamente dispiegati

Questo parasole, che tra l’altro è grande come un campo da tennis  è ora completamente dispiegato e pronto per aiutare a controllare la temperatura e la luce che raggiunge il telescopio. È  importante, poiché le gamme di temperatura al punto 2 di Lagrange sono così estreme che possono letteralmente distruggere i sensori super-sensibili di Webb.

Aggiornamenti commerciali

SpaceX ha iniziato l’anno con un lancio di un’altra serie di satelliti Starlink.

Hanno anche testato per la prima volta i bracci cattura-razzi alla Starbase.

Lockheed Martin ha condiviso questa settimana che testerà Alexa di Amazon e Webex di Cisco durante la prossima missione Artemis 1. Il riconoscimento vocale sarebbe di grande aiuto per gli astronauti a bordo di un razzo che vola nello spazio profondo, e usare prodotti commerciali sembra intelligente: questo test è estremamente interessante.

Aggiornamenti dalla Cina

La Cina ha testato il suo nuovo braccio robotico questa settimana. Hanno sganciato, riposizionato e riagganciato un’astronave cargo alla stazione spaziale Tiangong durante un test di 45 minuti che è andato benissimo. Un risultato importante. 
Hanno in programma più di 40 lanci quest’anno, e sei di questi porteranno due laboratori, due equipaggi e due astronavi da carico a questa stazione che dovrebbe funzionare per 15 anni. 

Il rover lunare Yutu-2 ha raggiunto una tappa fondamentale: il suo primo chilometro sul lato non visibile della luna. A proposito: vi ricordate lo strano oggetto cubico che ha avvistato un paio di settimane fa? Delusione: era solo una roccia.

 

Il rover cinese Yutu 2 sta per risvegliarsi sul lato più lontano della luna.

Aggiornamenti marziani

Alcune sfide questa settimana su Marte

Il rover Perseverance sta avendo qualche problema con i detriti che gli stanno impedendo di raccogliere campioni in tubi sigillati. Il team sta cercando una soluzione che lo aiuti a pulirlo in modo che possa continuare con la sua missione scientifica.

Molto vicino al rover, l’elicottero Ingenuity è pronto a fare il primo volo dell’anno, ma potrebbe essere difficile. Il decollo sarà difficile a causa delle sabbie su cui si trova attualmente. Questo sarebbe il suo 19° volo e la durata prevista è di circa 100 secondi. Buona fortuna, Ingenuity!

Foto della settimana

Ganimede, la luna di Giove e la più grande luna del sistema solare. Questa foto è stata scattata da Juno lo scorso giugno da soli 1000 chilometri sopra la superficie della luna.

Lanci della settimana

Mercoledì 12 gennaio – Virgin Orbit LauncherOne | Above the Cloud (Tentativo)

Giovedì 13 gennaio – SpaceX Falcon 9 Block 5 | Transporter 3.


2 gennaio 2022

BUON ANNO!

Aggiornamenti JSWT

JSWT continua a distribuire con successo pezzo dopo pezzo. Ha avuto così tanto successo finora che avrà abbastanza carburante per estendere la missione scientifica (se tutto va bene) ben oltre il traguardo dei 10 anni.

Dispiegamento del JWST

Aggiornamenti sulla Luna

La NASA ha finanziato un’azienda chiamata Advanced Cooling Technologies con 5 milioni di dollari per ricercare modi per proteggere lander, rover e habitat dal freddo e dal calore estremi della luna senza consumo di energia. Attualmente, abbiamo bisogno di batterie a base nucleare per sostenere i sistemi di protezione termica, ma avremmo bisogno di tecnologie più efficienti se vogliamo che siano sostenibili. Cina e Russia stanno progettando di firmare un accordo legalmente vincolante per costruire un avamposto lunare scientifico internazionale entro il 2035. Mentre gli Stati Uniti si concentrano sull’orbita lunare per una base permanente (il Gateway), loro vogliono andare direttamente sulla superficie della luna. Saranno in grado di realizzarlo? Vedremo! Per contrastare il programma Artemis da 100 miliardi di dollari della NASA, la Cina anticipa di otto anni la sua missione di base lunare a basso costo

SpaceX

L’ultimo giorno dell’anno, SpaceX ha raccolto 330 milioni di dollari, il che porta il finanziamento totale dell’anno a circa 1,85 miliardi di dollari. Lo sviluppo di un’astronave è costoso. Oltre ad essere costoso da sviluppare, sembra che la burocrazia NON aiuti molto. La Federal Aviation Administration sta rinviando i permessi perché ha bisogno di almeno altri due mesi per completare una revisione ambientale dei lanci orbitali di Starship da Boca Chica. Questo significa altri ritardi. 

ISS

La buona notizia è che dopo tutte le discussioni e le speculazioni pubbliche, l’amministrazione Biden ha esteso le operazioni sulla Stazione Spaziale Internazionale fino al 2030. Questo dà agli Stati Uniti otto anni in più mentre considerano la transizione verso altri modelli. Ricordate che recentemente hanno iniziato a finanziare aziende per esplorare lo sviluppo di stazioni commerciali nello spazio. L’amministrazione Biden estende le operazioni della ISS fino al 2030 Quest’anno ci porterà missioni incredibili. Alcune delle missioni includono i primi voli di SLS e Starship, le operazioni per il JWST, gli osservatori solari di Cina e India, e i primi atterraggi sulla luna del programma CLIPS (Commercial Lunar Payload Services Program). Ma non solo la NASA sta andando sulla luna: sembra che tutti vogliano andare sulla luna quest’anno. La lista dei paesi che inviano sonde, rover, robot, lander è incredibile: India, Russia, Emirati Arabi, Giappone, Corea, Ucraina… l’anno della luna? Ci sono anche diverse incredibili missioni nello spazio profondo, come Psyche, Juice, ExoMars, e l’arrivo e la collisione di DART. Qual è la tua missione preferita? Penso che tutte queste missioni (e altre che non abbiamo menzionato) ci renderanno super entusiasti dei nostri progressi come specie e continueranno a stupirci con nuove scoperte.

 

La foto della settimana

Mainak Chakraborty a Kolkata, India. Ha scattato questa foto il 2 dicembre 2021. Questa nebulosa si chiama Simeis 147.


BUONE FESTE da tutta la Redazione di Spazio Magazine!

26 dicembre 2021

JWST 

Il James Webb Space Telescope è stato lanciato con successo dalla Guyana francese ed è arrivato senza problemi nello spazio a bordo di un razzo Ariane 5. Dopo decenni di lavoro, il fatto che il telescopio sia al sicuro nello spazio, con un pannello solare che lo alimenta e le comunicazioni con il controllo a terra fuonzionano a dovere è già un’impresa incredibile. Cosa c’è dopo? Questa è stata solo la prima pietra miliare! Durante i prossimi quindici o trenta giorni, il telescopio dispiegherà completamente tutti i suoi componenti (pannelli solari, scudi termici e specchi del telescopio) continuando il suo viaggio verso la sua destinazione nel punto Lagrange L2. Questa è una sfida ingegneristica spaventosa (alcuni la chiamano già “i 30 giorni del terrore”). Poi, ci vorranno circa sei mesi per iniziare le sue operazioni scientifiche lì e aspetteremo con impazienza i primi risultati di ritorno. Incredibile.

Il James Webb Space Telescope

 

Aggiornamenti di SpaceX

SpaceX ha raggiunto un’altra pietra miliare storica questa settimana: il successo del 100° atterraggio di un booster Falcon9. È sorprendente vedere che ciò che era impossibile solo un po’ di anni fa, oggi e’ routine. SpaceX lo fa sembrare facile dopo così tanti lanci (anche se ovviamente non lo è!).  A BocaChica, il team di Starship ha iniziato a testare il primo Booster Super Heavy in grado di volare. Purtroppo, uno dei carichi utili della loro prossima missione rideshare, ha dovuto abbandonare la missione: Lo Sherpa Tug di SpaceFlight ha iniziato a perdere propellente dopo averlo integrato e ora non può volare finché gli ingegneri non ne scoprono il motivo.

Sherpa-LTC

 

Interruzione natalizia di Roscosmos

La Russia aveva programmato un lancio il 24 dicembre, ma è stato interrotto. Doveva essere la terza e ultima missione dimostrativa dell’Angara A5, ma un malfunzionamento del sistema di terra l’ha fermata.

Buco Nero Supermassiccio

La settimana scorsa, un team di astronomi ha pubblicato un nuovo studio che dimostra che il 99,9% della massa al centro della nostra galassia è dovuta a un buco nero. La nostra Via Lattea ha un buco nero supermassiccio al suo centro, chiamato Sagittarius A*, e il 99,9% della massa contenuta al centro della galassia è dovuta al buco nero, mentre “solo lo 0,1% potrebbe includere stelle, buchi neri più piccoli, polvere interstellare e gas, o materia oscura”.

Foto della settimana

Questa settimana vogliamo condividere con voi una bellissima foto scattata dal TGO di ExoMars. Mostra un cratere parzialmente riempito di ghiaccio d’acqua circondato dal rosso del suolo marziano.

Lanci della settimana

Cina e Russia vogliono finire l’anno con un bel po’ di lanci.

Domenica 26 dicembre – Long March 4C, Cina

Lunedì 27 dicembre – OneWeb 12 | Soyuz 2.1b/Fregat

Lunedì 27 dicembre – Persey | MGM n°3 | Angara A5

Mercoledì 29 dicembre – Lunga Marcia 4B, Cina

Giovedì 30 dicembre – Lunga Marcia 3B, Cina

 

20 dicembre 2021

Un “regalo” dalla Luna

 
 Dispositivo di perforazione

    

Per il Natale 2021, al Lunar Sample della NASA, sarà aperto un regalo piuttosto speciale: uno strumento di perforazione costruito dall’ESA aprirà un contenitore di suolo lunare dall’Apollo 17 che è rimasto intatto per quasi 50 anni. (1972). L’apertura permetterà l’estrazione di preziosi gas lunari che potrebbero essere stati conservati all’interno del campione.

L’analisi dei volatili gassosi permetterà agli scienziati di comprendere meglio la geologia della Luna e aiuterà gli ingegneri a progettare migliori strumenti e tecniche di campionamento per le future missioni sulla Luna o su Marte.

 L’astronauta dell’Apollo 17 Gene Cernan sulla Luna

     

L’esperimento di estrazione di gas fa parte del più ampio programma l’Apollo Next-Generation Sample Analysis (ANGSA) che coordina l’analisi di campioni lunari incontaminati dell’era Apollo. E per la prima volta in assoluto, l’ESA è coinvolta nell’apertura del suolo riportato dalla Luna.

“L’apertura e le analisi di questi campioni, con i progressi tecnici raggiunti dall’era Apollo, possono consentire nuove scoperte scientifiche sulla Luna. Questo può anche ispirare e informare una nuova generazione di esploratori”, dice Francesca McDonald, responsabile scientifico e di progetto del contributo dell’ESA all’ANGSA.

Francesca e il collega Timon Schild si sono recati il mese scorso al Johnson Space Center della NASA a Houston, USA, per consegnare il nuovo strumento di perforazione e addestrare il team dei laboratori NASA su come farlo funzionare.

“È un privilegio poter lavorare con il tesoro di antichi campioni lunari che hanno testimoniato la storia del nostro sistema solare, ed essere parte di un programma che può aiutare a rivelarne i segreti”, aggiunge Francesca.   

Lo strumento è ora in stand-by per essere utilizzato sul contenitore di campioni Apollo nelle prossime settimane.

L’astronauta Gene Cernan ha raccolto il campione sulla Luna nel 1972 presso un deposito di terreno lunare causato da una antica frana che scendeva a cascata nella valle del Taurus-Littrow. L’astronauta dell’Apollo 17, perforò la superficie lunare estraendo dal sottosuolo un tubo cilindrico lungo 70 cm. (Carotaggio).

 

Sezionamento del campione lunare 73002
 

La metà inferiore di questo campione fu sigillata in un contenitore a tenuta del vuoto sulla superficie lunare. Tornato sulla Terra, il contenitore è stato messo in un’ulteriore camera a vuoto dove è rimasto indisturbato fino ad oggi.

Gli scienziati credono che ci possano essere gas vagamente legati, come idrogeno, elio e gas nobili ancora intrappolati nel contenitore del campione.

“Lo strumento di perforazione è una soluzione per accedere ai gas. Siamo ansiosi di sapere quanto bene il contenitore a vuoto ha conservato il campione e i gas fragili”, dice Francesca.

Lo sforzo internazionale può aiutare a sviluppare nuovi contenitori e protocolli di ritorno dei campioni, in particolare per i campioni ricchi di acqua e ghiaccio dalle località polari lunari e per i futuri campioni marziani.

 

Lo strumento di perforazione dell’ESA, scherzosamente chiamato dal team “l’apriscatole dell’Apollo”, può forare il contenitore a vuoto del campione lunare per aiutare la cattura dei gas intrappolati durante la loro fuga.

I gas fragili vengono poi raccolti in contenitori dedicati grazie a un collettore di estrazione progettato da un team partner della Washington University di Saint-Louis, USA.

I contenitori di campioni di gas saranno inviati a laboratori specializzati in tutto il mondo, compresa l’Europa, per studi più dettagliati.

“Ogni componente di gas che viene analizzato può aiutare a raccontare una parte diversa della storia sull’origine e l’evoluzione dei volatili sulla Luna e all’interno del primo sistema solare”, dice Francesca.

L’ESA ha sviluppato l'”Apollo can opener” in un periodo di circa 16 mesi in uno sforzo veramente internazionale. Esperti scientifici e tecnici di sei diversi team e sette nazionalità di due siti ESA hanno lavorato con il consorzio ANGSA, con il supporto delle strutture di laboratorio dell’ESTEC, il principale centro tecnologico dell’ESA.

“Questo strumento di perforazione è un sistema unico nel suo genere, costruito al solo scopo di perforare il contenitore di campioni Apollo 73001”, dice Timon Schild, che ha guidato lo sviluppo presso il team Spaceship EAC dell’ESA.

Il lavoro con il materiale lunare ha imposto un sacco di regole severe per la scelta del materiale, la pulizia e le procedure operative. Come se non bastasse, tutte le informazioni provenivano da documenti di 50 anni fa.

“Alcune caratteristiche del contenitore del campione erano semplicemente sconosciute. Tutto sommato, costruire lo strumento è stata una sfida, ma anche estremamente stimolante e un progetto gratificante su cui lavorare”, aggiunge Timon. Credito:ESA

Francesca McDonald, responsabile scientifico e di progetto del contributo dell’ESA all’ANGSA e il collega Timon Schild si sono recati il mese scorso al Johnson Space Center della NASA a Houston, USA.

 

 

 

 

 

Spazio Magazine News

12 dicembre 2021

Lanci

Rocket Lab ha lanciato un altro paio di satelliti BlackSky come ultimo lancio dell’anno, con la promessa di lanciare molti più razzi il prossimo anno.

La Cina ha raggiunto una pietra miliare molto importante questa settimana: il suo 49° lancio nel 2021 e il 400° lancio della famiglia di razzi Long March. 

Spazio commerciale

Questa settimana, abbiamo assistito ad alcuni aggiornamenti relativi all’attività commerciale nello spazio. Blue Origin ha lanciato la sua terza missione con equipaggio portando sei persone ai confini dello spazio.

Un razzo Soyuz ha portato due astronauti privati giapponesi sulla ISS. Uno di loro è Yusaku Maezawa, (articolo sul prossimo numero di Spazio Magazine)il miliardario che ha fondato la missione Dear Moon di SpaceX, quindi possiamo considerarla è una specie di missione di allenamento  prima di andare sulla Luna.

Roscosmos ha anche annunciato di aver selezionato il primo cosmonauta che volerà  il prossimo anno sulla ISS a bordo di una missione SpaceX Crew Dragon. Sarà una donna: Anna Kikina. In cambio, un astronauta della NASA volerà a bordo di un razzo Soyuz. È davvero importante questo tipo di scambio amichevole tra le due nazioni.

Anna Kikina Credito: ROSCOSMOS

Elicottero marziano silenzioso

Dopo il suo ultimo volo, l’elicottero Ingenuity è ora fuori dalla portata dell’antenna radio del rover Perseverance. Questo significa che sappiamo solo che sta bene, ma le trasmissioni interrotte non gli permettono di inviare dati e quindi non può pianificare un altro volo fino a quando il rover non lo raggiunga o voli alla cieca in verticale per ripristinare le comunicazioni (in una missione forse suicida…). Incrociamo le dita!

Astronomia 

Alcuni studi interessanti questa settimana: Un gruppo di astronomi ha trovato una galassia senza materia oscura. Si suppone che la materia oscura sia la ragione per cui le galassie e gli ammassi di galassie non volano via, ma ora apparentemente c’è una galassia a circa 250 milioni di anni luce di distanza che non ha nulla di questo materiale, quindi questo cambia tutto. 

Questa non è stata l’unica scoperta sbalorditiva: a quanto pare, è stato identificato un esopianeta massiccio 10 volte più massiccio di Giove che orbita attorno a un sistema di due stelle. Questo è ora il sistema che ospita il pianeta più massiccio mai trovato: b Centaury. (articolo sul prossimo numero di Spazio Magazine)

b Centauri e il suo pianeta gigante b Centauri b. Credits: ESO/Janson 


Aggiornamenti di SpaceX

BocaChica non è l’unico spazioporto per Starship. L’azienda ha iniziato a costruire un pad per Starship al Kennedy Space Center della NASA in Florida. 

Ha anche lanciato con successo un nuovo telescopio spaziale: Il telescopio Imaging X-ray Polarimetry Explorer della NASA. Sarà interessante perché studierà nuovi aspetti dei buchi neri, delle stelle morte e di altri nuovi fenomeni interessanti che devono ancora essere esplorati.

Foto della settimana

Condividiamo questa foto del lancio di un razzo dell’ESA.  Si tratta del lancio della Soyuz VS26 il 5 dicembre che trasporta i due satelliti GPS Galileo 27 e 28. (Credito: ESA).


Lanci della settimana

Lunedì 13 dicembre – Kuaizhou 1A
Lunedì 13 dicembre – Ekspress-AMU3 & AMU7 | Proton-M/Briz
Lunedì 13 dicembre – Lunga Marcia 3B
Domenica 19 dicembre – SpaceX Falcon 9 Block 5 | Türksat 5B


5 dicembre 2021

Spazio commerciale

La NASA ha assegnato a Blue Origin, Nanoracks (nostro main partner per il Satellite AlSat) e Northrop Grumman circa 415 milioni di dollari per sviluppare tre concetti di stazione spaziale commerciale e assegnato a SpaceX altri tre voli commerciali con equipaggio visti i ritardi di Starliner…

SpaceX, con la sua 27a missione Falcon 9 dell’anno ha battuto il record dell’anno scorso di 26 lanci riusciti.  La riutilizzabilità e un ritmo super-veloce stanno rendendo possibile una cadenza di lancio che sembrava impossibile da immaginare solo un paio di anni fa.  Ma non sono tutte buone notizie per SpaceX. Proprio questa settimana, Elon Musk ha inviato una e-mail a tutti i dipendenti affermando che c’è un potenziale rischio di fallimento se non aumentano la produzione di motori Raptor per alimentare le astronavi. Questo è l’unico modo in cui possono essere sostenibili se vogliono tenere il passo con il ritmo dei satelliti e del carico utile che devono mettere in orbita per realizzare i loro piani.

Innovazione spaziale

L’azienda indiana Skyroot ha testato con successo questa settimana il primo motore a razzo criogenico sviluppato privatamente in India. Stanno stampando una superlega con la tecnologia 3D, riducendo il tempo di produzione del 95%. 

Questa settimana Rocket Lab ha condiviso il progetto del suo prossimo razzo: Neutron. Il progetto è davvero sorprendente e molto innovativo e se non avete avuto la possibilità di guardare il video di presentazione.  Video

Luna

Abbiamo un aggiornamento da Yutu-2 sull’estremo lato lunare, compresa un’immagine di una forma cubica sull’orizzonte settentrionale a ~80m dal rover nel cratere Von Kármán. Denominata “casa misteriosa”, i prossimi 2-3 giorni lunari saranno spesi ad avvicinarsi per controllarla.

Foto della settimana

L’immagine in evidenza mostra una scogliera alta circa un chilometro
sulla cometa Churyumov-Gerasimenko. Credito Rosetta dell’ESA 2014.

Lanci della settimana

Domenica 5 dicembre – Atlas V 551 | STP-3
Lunedì 6 dicembre – Electron – BlackSky 12 & 13
Mercoledì 8 dicembre – Soyuz – ISS 66S
Giovedì 9 dicembre – Falcon 9 – IXPE
Domenica 12 dicembre – Proton – Express AMU3 & Express AMU7

Spazio Magazine News

Vela solare

Da 30 mesi un piccolo satellite dotato di una sottile vela solare, finanziato con il crowdfunding, condivide i dati con la NASA e altre organizzazioni per ulteriori progressi in questa grande tecnologia che può salvare i satelliti dal dover portare carburante con loro per mantenere le loro traiettorie. 

 Parlando di solare, la sonda la Parker Solar Probe, è appena diventata più veloce ma i costruita dall’uomo. Ha battuto il suo stesso record di velocità e ora viaggia a circa 586.000 km/h  verso il sole… davvero incredibile.

Aggiornamenti su Marte

Il lander della NASA InSight, è stato in grado di visualizzare le immagini dei primi cento metri dello strato di Marte, rivelando che il lander si trova probabilmente sopra due grandi colate di lava, separate da strati di sedimenti.

Ingenuity, l’elicottero marziano, ha volato di nuovo due settimane dopo il volo precedente. Questa volta ha volato per circa 100 secondi percorrendo 116 metri verso il Wright Brothers Field, dove è decollato per la prima volta. Questo è stato il suo 16° volo. Vi ricordate che non sapevano che avrebbe volato anche solo una volta?

Difesa planetaria

SpaceX ha lanciato la sua prima missione interplanetaria di successo, è stata la prima missione di difesa planetaria della NASA. La missione DART si scontrerà con un asteroide per capire quanto siamo in grado di cambiare la traiettoria di un asteroide minaccioso nel caso si avvici al nostro pianeta.

 

Altri esopianeti

Un gruppo di scienziati ha testato un nuovo algoritmo che utilizza i dati del telescopio Kepler per identificare gli esopianeti,  identificando con successo più di 350 nuovi esopianeti e 17 nuovi sistemi multi-pianeta.

Aggiornamenti spazio commerciale

Sia Blue Origin che Virgin Galactic si sono contesi la nostra attenzione ancora una volta ed entrambi hanno fatto pubblici annunci questa settimana. L’azienda di Jeff Bezos farà volare la figlia di Alan Shepard, Laura e un presentatore televisivo più quattro clienti come parte della sua 19a missione prevista per il prossimo 9 dicembre.

Virgin Galactic d’altra parte ha annunciato di aver concesso a un civile a caso due biglietti per lo spazio sul loro prossimo volo in orbita. Keisha, di Antigua e Barbuda, sarà il primo astronauta delle isole caraibiche. 

Foto della settimana

Questa foto è stata scattata il 13 novembre, dal team di SpaceX. Si tratta di un Falcon 9 che porta in orbita un gruppo di satelliti Starlink. Credito: SpaceX

Lanci della settimana

Mercoledì 1 dicembre – Falcon 9 Block 5 | Starlink 4-3
Giovedì 2 dicembre – Galileo | Soyuz STB/Fregat
Giovedì 2 dicembre – Virgin Orbit LauncherOne | Ignis & altri
Domenica 3 dicembre – Atlas V 551 | STP-3

Spazio Magazine News

Astra nuovo successo orbitale

Questa settimana abbiamo un nuovo membro della famiglia orbitale: Astra ce l’ha fatta. Nel loro quarto tentativo, sono riusciti a far raggiungere al loro razzo la sorprendente altezza di 500 chilometri (100 km più in alto della ISS, per vostra informazione). 

Innovazione spagnola

La startup spagnola Pangea ha testato con successo questa settimana il primo motore aerospaziale MethaLox al mondo. Questo tipo di motore può avere un impatto enorme sulla quantità di propellente necessario per portare un carico utile in orbita (e quindi il prezzo e il peso). Questo può essere veramente rivoluzionario se applicato a razzi pesanti come quelli di SpaceX e altri. Immaginate una riduzione del 15% del costo/propellente su un razzo riutilizzabile che è già ordini di grandezza più economico rispetto agli altri attori del settore. 


SpaceX aggiornamenti

Parlando di SpaceX, questa settimana Elon Musk ha condiviso molti dettagli sui suoi piani. In primo luogo, si sente abbastanza sicuro che Starship volerà nel gennaio 2022. Poi vuole lanciare circa una dozzina di Starship durante l’anno, portando in orbita dei carichi utili entro il 2023. Dopo di che, dovranno concentrarsi sul trasferimento di propellente in orbita e poi andare sulla Luna con le missioni Artemis che sono state assegnate. Tutto questo mentre pianificano anche di usare le astronavi come mattoni per una base umana permanente su Marte (Mars Base Alpha).

L’Australia alla ricerca di pianeti abitabili

Gli scienziati australiani hanno annunciato una nuova missione per cercare pianeti abitabili vicini a noi. Si chiama TOLIMAN e si concentrerà sulle stelle più vicine per identificare esopianeti che potrebbero ospitare la vita. 

I Russi giocano con il “fuoco”

I russi, questa settimana, hanno fatto qualcosa di veramente pericoloso: per testare un nuovo missile di difesa, hanno lanciato a uno dei loro satelliti in orbita e lo hanno distrutto. Il problema? Ha generato una nuvola di detriti che ha causato un serio allarme per l’equipaggio della ISS. Questo è molto pericoloso perchè i detriti generati rimarranno in orbita per molti anni a venire. Purtroppo in passato, diverse altre nazioni hanno effettuato test simili a questo e continua a peggiorare il problema dei detriti spaziali che “inquinano” lo spazio sopra le nostre teste.

Sierra Space

Sierra Space ha annunciato di aver raccolto 1,4 miliardi di dollari da investitori privati per due obiettivi: fare progressi sul Dream Chaser, un veicolo riutilizzabile per portare esseri umani e merci alla ISS entro la fine del prossimo anno e LIFE, i grandi moduli gonfiabili, che vogliono consegnare alla prossima stazione spaziale commerciale “Orbital Reef”. 

Foto della settimana

Questa è l’ultima immagine catturata dal telescopio Hubble. Si tratta di una nebulosa nella costellazione dell’Aquila


Lanci della settimana

Martedì 23 novembre – Cina Long March 2C/YZ-1S
Mercoledì 24 novembre – NASA DART | SpaceX Falcon 9
Mercoledì 24 novembre – Roscosmos “Prichal” | Soyuz 2.1b
Mercoledì 24 novembre – Cina Long March 3B | ChinaSat 6D
Giovedì 25 novembre – Soyuz 2.1b/Fregat | EKS 5 (Tundra 5)
Sabato 27 novembre – Rocket Lab Electron | A Data With Destiny

 

Spazio Magazine News

A cura della Redazione di SPAZIO MAGAZINE

Aggiornamenti marziani

Il Mars Helicopter ha volato di nuovo con successo per 128,8 secondi, coprendo circa 400 metri e prendendo immagini di interesse scientifico che saranno presto elaborate. Ora si sta dirigendo verso la posizione iniziale che ha usato per volare la prima volta.
Sempre sulla superficie del pianeta rosso, il rover Perseverance – incredibile laboratorio scientifico su ruote – ha lavorato su una nuova roccia stratificata molto intrigante che ha aperto per vedere cosa c’è dentro. Restiamo in attesa di nuovi aggiornamenti dal team.


SpaceX

Questa settimana è stata incredibile per SpaceX e per il volo spaziale umano.
Hanno riportato 4 astronauti sulla Terra, completando un volo di 200 giorni, e poi, meno di 48 ore dopo, hanno fatto attraccare un’altra capsula Dragon alla Stazione Spaziale Internazionale. E’ stato il loro quinto volo umano e sicuramente stanno battendo tutti i record… un progresso incredibile.
Per non parlare di tutti i lanci che sono previsti per il 2022: almeno cinque lanci di Falcon Heavy.

E poi per la prima volta una accensione statica per testare tutti e sei i motori di SN20. Ci stiamo avvicinando alla data di lancio…

Non tutti sono lanci hanno avuto successo. Questa settimana, abbiamo avuto due “scrub”: uno da SpaceX (anche se alla fine è stato lanciato con successo ieri) e un altro da Rocket Lab.

Asia: Cina, Giappone, Corea del Sud

Wang Yaping diventa la prima donna cinese a camminare nello spazio. Potete vederla in azione in questo splendido video.

La giapponese Epsilon lancia con successo RAISE-2 e otto satelliti secondari. È una missione molto interessante piena di esperimenti commerciali e scientifici.

La Corea del Sud scommette sulla riutilizzabilità.
E’ una grande notizia e sicuramente il modo giusto di andare avanti. Citando direttamente uno dei loro massimi responsabili: “A partire dal prossimo anno, inizierà lo sviluppo di un razzo riutilizzabile ad alte prestazioni con motori di spinta da 100 tonnellate alimentati a liquido”. Lanci della settimana

Domenica 14 novembre – Astra Rocket 3
Martedì 16 novembre – Rocketlab Electron – Love at first Insight.                     Martedì 16 novembre – Vega – CERES

Spazio Magazine News

Scoperte scientifiche

Questa settimana segnaliamo un paio di scoperte astronomiche molto interessanti. La prima è che il rover Curiosity ha trovato molecole organiche in una duna di sabbia marziana. Dopo aver eseguito un esperimento ha trovato acido benzoico, ammoniaca, acido fosforico, fenolo, diverse molecole contenenti azoto e una serie di composti organici che devono ancora essere identificati.

Sempre questa settimana, gli astronomi hanno individuato la più lontana scoperta di acqua nella nostra storia. È stata identificata in una galassia di formazione stellare, a 12,88 miliardi di anni luce dalla Terra.

 Aggiornamenti SpaceX e NASA

La navicella DART è arrivata alla base di SpaceX pronta per il lancio alla fine di questo mese.

La NASA ha deciso di rimandare il lancio di Crew-3 di questo fine settimana e porterà prima a casa l’equipaggio di Crew-2.

Blue Origin

Questa settimana abbiamo saputo che la corte federale ha deciso contro Blue Origin nella causa HLS. Vediamo se ora si concentreranno più sullo spazio e meno sul tribunale. In questa linea, hanno annunciato che sono in conversazione con gli Emirati Arabi Uniti per collaborare e promuovere il turismo spaziale. Questo potrebbe implicare la costruzione di uno spazioporto nel deserto.

La nuova missione cinese su Marte

Abbiamo saputo questa settimana che la Cina sta progettando la più complessa missione su Marte mai tentata: una missione di ritorno di campioni in una singola finestra di lancio Terra-Marte. Ciò significa che tenteranno di lanciare due razzi: uno con un lander e un veicolo di risalita incaricato di toccare la superficie, raccogliere i campioni e tornare in orbita su Marte, e un secondo razzo con un orbiter e una capsula di rientro per riportare i campioni sulla Terra. Previsto per il 2028, tornerebbe nel 2031. Riusciranno a battere la NASA-ESA nel loro tentativo di riportare a casa i campioni raccolti da Perseverance? Il gioco è iniziato!

Una sezione di un panorama prodotto da Zhurong, rilasciato il 27 giugno.

Altri satelliti!

Astra ha presentato una domanda alla FCC per una costellazione di 13.600 satelliti. Stanno progettando di distribuire questa massiccia costellazione per fornire servizi a banda larga in tutto il mondo. I satelliti saranno costruiti in casa. Questo fa pensare a quante costellazioni potremmo avere e all’impatto che avrà sui detriti spaziali e sull’accesso allo spazio profondo.


Lanci della settimana

Martedì 9 novembre – RAISE-2 & altri | Epsilon Martedì 9 novembre – STP-27AD2 | Astra Rocket 3 Giovedì 11 novembre – Crew-3 (USCV-3) | Falcon 9 Block 5 Giovedì 11 novembre | Electron Venerdì 12 novembre – Falcon 9 Block 5 | Starlink 4-1

Spazio Magazine News

NASA: Programma Artemis

Dopo il successo del lancio, la sonda Lucy della NASA è ora  in orbita terrestre mentre gli ingegneri cercano di risolvere un problema con un pannello solare che non si è  completamente aperto. La missione può continuare ma stanno cercando di capire quanto sia grave il problema. 

Il mega-razzo lunare della NASA è ora completamente installato. La capsula Orion è in cima al grande razzo  SLS, in vista della prima missione Artemis-1 verso la Luna. Iniziati i test di integrazione in vista della data di lancio prevista per il prossimo mese di  febbraio.

  

SLS all’interno del VAB. Credito NASA/Frank Michaux

 

Progettato da una società tedesca questo prototipo di rover lunare è una delle idee che la NASA sta considerando per le future missioni lunari.

La  navicella DART è arrivata al sito di lancio, pronta per essere lanciata entro il prossimo mese. Questa navicella sarà lanciata contro un meteorite per provare ad alterare la sua traiettoria e imparare come deviare potenziali minacce al nostro pianeta.

Aggiornamenti Spazio Commerciale

SpaceX sta facendo progressi verso il primo volo orbitale di Starship. Questa settimana hanno testato per la prima volta un motore Raptor integrato su una Starship  ed eseguito un test di accensione statica con il prototipo SN20. Hanno anche iniziato a installare i bracci progettati per catturare i razzi Starship. Secondo gli ultimi tweet di Elon Musk, “Se tutto va bene, Starship sarà pronta per il suo primo tentativo di lancio orbitale il mese prossimo, in attesa dell’approvazione normativa”.

Rocket Lab aggiungerà operazioni in elicottero durante il prossimo lancio. Questo sarà un primo passo per essere in grado di recuperare il primo stadio del razzo durante la sua discesa. La riutilizzabilità è la chiave per mantenere bassi i costi di lancio e rendere lo spazio più accessibile agli operatori di piccoli satelliti come quello di ADAA (vedi AlSat#1).

Due aziende, Nanoracks e Lockheed Martin, hanno annunciato che stanno collaborando per costruire una stazione spaziale commerciale che sarà lanciata nel 2027. Stanno seguendo i passi di Axiom e Sierra Space, in quanto tutte progettano di aumentare il futuro mercato orbitale con stazioni commerciali.

 

Corea del Sud

La Corea del Sud ha lanciato con successo il suo primo razzo nazionale che ha raggiunto l’orbita, anche se non è riuscita a mettere in orbita il carico utile “fittizio” che stava trasportando. Il motore del terzo stadio si è spento prima del previsto e il carico utile non ha raggiunto la velocità orbitale. 

Lanci della settimana

Lunedì 25 ottobre – Ariane 5 ECA | SES-17 & Syracuse 4A
Lunedì 25 ottobre – MHI H-IIA 202 | QZS-1R
Lunedì 27 ottobre – Astra – Rocket 3 | STP-27AD2

 

Spazio Magazine News

Lanci 

LUCY, La prima missione verso gli asteroidi troiani di Giove,  è stata lanciata con successo questo sabato su un razzo ULA Atlas V. Con l’obiettivo di studiare come si formano i pianeti, passerà i prossimi 12 anni volando verso la fascia degli asteroidi e studierà sette diversi asteroidi. 

Sempre sabato, l’equipaggio cinese  composto da 3 Taikonauti, dopo un volo di 6 ore è arrivato alla stazione spaziale cinese, passeranno i prossimi sei mesi in orbita compiendo la più lunga missione cinese finora.

Turismo spaziale e attività commerciale

Il secondo equipaggio civile di Blue Origin ha raggiunto con successo lo spazio questa settimana, mentre purtroppo Virgin Galactic ritarda i prossimi voli e il suo servizio commerciale dovrebbe iniziare nel quarto trimestre del 2022.

Ricordate la stazione spaziale commerciale che Axiom vuole costruire? Beh, è sempre più vicina a diventare reale! Thales Alenia ha recentemente fatto un importante passo avanti nella costruzione del primo modulo della stazione spaziale commerciale Axiom: la saldatura dei pannelli del modulo pressurizzato è iniziata.

Un’altra cosa che si sta avvicinando sono le fabbriche spaziali. Varda Space ha firmato un contratto con SpaceX e RocketLab per lanciare il primo modulo di una fabbrica autonoma che sarà in grado di creare materiali e piccoli satelliti a gravità zero e rimandarli sulla Terra in piccole capsule di rientro. Previsto per l’inizio del 2023, il piano è quello di scalare e automatizzare ciò che attualmente viene fatto sulla ISS dall’equipaggio. 

Aggiornamenti Luna

L’Australia andrà sulla Luna, raggiunto un accordo con la NASA per includere un rover australiano semi-autonomo in una futura missione che avrà il compito di raccogliere il suolo lunare da cui la NASA, utilizzando attrezzature separate, mirerà ad estrarre ossigeno. Generare ossigeno dalla regolilte sarà fondamentale per le future missioni umane. 

Il team CubeRover di Astrobotic si sta preparando a quattro nuovi contratti. Il piccolo CubeRover ha ora completato tutti i test funzionali e di mobilità, oltre a un rapporto sulle prestazioni dell’hardware per la NASA. 


Extra: JWST

Il famoso telescopio spaziale James Webb da 10 miliardi di dollari è finalmente arrivato allo spazioporto europeo della Guyana francese. Il lancio è previsto nel mese di dicembre.

 

Foto della settimana 

Desideriamo condividere una foto incredibile della galassia: Messier 82 (conosciuta anche come la Galassia Sigaro). Si trova a 12 milioni di anni luce nella costellazione dell’Orsa Maggiore, ed è circa cinque volte più luminosa della Via Lattea.  Credito: NASA/JPL-Caltech

Lanci della settimana

Martedì 19 ottobre – CNSA Kuaizhou-1A | Jilin-1-02F
Giovedì 21 ottobre – Nuri | Maiden Flight Korea
Sabato 23 ottobre – ESA Ariane 5 ECA | SES-17 & Syracuse-4A

 

Spazio Magazine News

Yutu-2: 1000 giorni sulla Luna

Il rover cinese Yutu-2 sta festeggiando un traguardo incredibile: 1000 giorni di vita sulla superficie della luna. È arrivato il 2 gennaio 2019 e da allora ha coperto più di 800 metri di suolo lunare, inviando più di 3600 gigabyte di dati scientifici e immagini alla Terra. Si tratta di un record enorme (il precedente record era di 321 giorni del rover russo Lunokhod-1). Sia il rover che il satellite che tiene le comunicazioni sono in ottime condizione.

Nuovo piccolo satellite piattaforma cinese

Altre notizie provenienti dalla Cina: hanno annunciato il debutto di DFH-3E, una nuova piccola piattaforma satellitare che aprirà opportunità ai paesi che cercano una soluzione economica per le loro reti internet spaziali. Invece di costruire, lanciare e gestire satelliti costosi che molti paesi non possono permettersi, ora sarebbero in grado di integrare i loro sensori nella loro piattaforma e usarla per la comunicazione, il trasferimento di dati, la propulsione e l’alimentazione. 

Standard commerciali aperti

Il 4 ottobre, Orbit Fab, la società che lancia le stazioni di servizio in orbita, ha annunciato che sta rilasciando una licenza aperta della sua valvola RAFTI, il che significa che qualsiasi veicolo spaziale può ora accedere alle specifiche tecniche della loro valvola per attaccare e rifornirsi su uno dei depositi che stanno progettando di distribuire. Gli standard commerciali aperti sono la strada da percorrere se vogliamo che questa nuova economia spaziale fiorisca, quindi evviva Orbit Fab!

Testare le fredde vele solari

 

 

Rocket Lab è stato selezionato dalla NASA per lanciare l’anno prossimo l’eccitante missione ACS3: un cubesat sperimentale alimentato con una vela solare dispiegabile. Questo Advance Composite Solar Sail System eliminerà la necessità di portare propellente per razzi per muoversi ed esplorare lo spazio profondo in futuro. 

Emirati Arabi Uniti: Ambizioni spaziali in crescita 

Questa settimana gli Emirati Arabi Uniti hanno annunciato una nuova missione super ambiziosa: una missione che sorvolerà Venere per poi visitare  7 asteroidi nel sistema solare con il  primo tentativo degli Emirati di atterraggio su un asteroide. Sembra molto più ambizioso della loro missione HOPE su Marte, e vogliono costruire e lanciare la missione in soli sette anni. Buona fortuna!

Aggiornamenti di SpaceX

  • Dopo l’ultimo ritardo, ora Falcon Heavy lancerà tre volte in sei mesi.
  • La NASA sta gettando la spugna con Boeing, riassegnando gli astronauti del Boeing Starliner alla missione SpaceX Crew-5 il prossimo anno. Un punto per SpaceX.
  • Grazie alla crescente domanda di voli con equipaggio verso la ISS e oltre, SpaceX sta raddoppiando la dimensione della sua flotta di navicelle Crew Dragon da due a quattro nei prossimi mesi.
  • Questo e altri motivi sono alla base della nuova valutazione record di SpaceX: 100 miliardi di dollari, si tratta della seconda azienda privata di maggior valore al mondo.

Foto della settimana

Condividiamo con voi una delle ultime foto inviate dal rover Perseverance. Sì, questo non è il deserto del Sahara, questo è Marte e le sue incredibili dune di sabbia. 


I lanci della settimana 

  • Martedì 12 ottobre New Shepard | NS-18
  • Giovedì 14 ottobre Soyuz – OneWeb 11
  • Venerdì 15 ottobre Long March 2F – Shenzhou 13
  • Sabato 16 ottobre Atlas 5 – Lucy